Comunicato del Sindaco sullo screening COVID19 del 13 e 14 marzo 2021

Giornata di screening in via Olimpia

Sono 1.722 i tamponi antigenici rapidi effettuati nello screening di massa organizzato dall’Amministrazione Comunale di Castel Frentano lo scorso week-end. Di questi, 5 positivi ma nessuno di Castel Frentano.

Entusiasta il Sindaco, Gabriele D’Angelo: “Più di 1.700 tamponi processati… un risultato eccezionale per il nostro comune. Una battaglia che è stata possibile vincere, grazie alla fattiva collaborazione di molteplici attori in campo: la locale Protezione civile, la Croce Rossa, i dipendenti e gli amministratori comunali  (consiglieri, assessori  e vice sindaco), seduti in prima linea sulle postazioni a inserire i dati dei cittadini ed inviare i referti al terminale Asl oltre a collaborare fattivamente con il sottoscritto, i sanitari (medici, infermieri, o.s.s.) che, in maniera incessante, hanno processato un numero inaspettatamente alto di tamponi, la polizia locale e le forze dell’ordine che hanno assicurato ordine e disciplina nella viabilità e nell’assistenza, gli operai  comunali e la Rieco spa che hanno preparato minuziosamente i locali, la Ambiq che ha provveduto a sanificare gli ambienti prima e dopo le operazioni, la Orel srl che ha messo a disposizione l’attrezzatura informatica e la necessaria connettività.”

Altissima l’affluenza, anche dai comuni limitrofi. Tutto si è svolto in maniera regolare, le operazioni di screening sono andate avanti con grande fluidità e senza attese per la cittadinanza.

“Tutto questo è stato possibile solo ed esclusivamente grazie ai tanti volontari che, gratuitamente, hanno speso i loro giorni di riposo, anche rinunciando agli affetti più cari, per dare alla comunità un servizio di grande importanza sanitaria e civica. Insomma”, continua D’Angelo, “una vera macchina da guerra che ha raccolto la sfida di preparare, in soli 3 giorni, la macchina organizzativa e l’ha saputa gestire con cortesia, eleganza, ordine, professionalità e competenza”.

Conclude il Sindaco, con un velo evidente di commozione: “Permettetemi di affermare che la nostra comunità sa rispondere all’appello di unirsi nel momento del bisogno e sa dimostrare che non ha nulla da invidiare agli altri comuni limitrofi. Ha dato il meglio di sé e non dimentichiamo che lo ha fatto in maniera del tutto gratuita… questo è il paese che ho sempre sognato e che mi dà la forza di andare sempre avanti a testa alta.”

Menu