Lavori utili: intesa Comune – Ministero sull’uso dei detenuti

Uomo lavori utiliAffiancheranno le squadre di operai nel taglio dell’erba, nella pulizia, nella manutenzione dei beni comuni, nel recupero del decoro urbano ed in altre attività di pubblica utilità, i due detenuti della Casa Circondariale di Lanciano che da mercoledì 15 luglio svolgono lavori di pubblica utilità presso il Comune di Castel Frentano. 

L’iniziativa è stata possibile grazie ad un protocollo d’intesa firmato dal Sindaco, Gabriele D’Angelo, e dalla direttrice della Casa Circondariale di Lanciano, Maria Lucia Avantaggiato. 

“Da tempo il Comune intende promuovere, nell’ambito del proprio territorio, l’esecuzione di lavori socialmente utili o di pubblica utilità, dichiara il Sindaco D’Angelo, e con questo protocollo abbiamo offerto opportunità lavorative ai detenuti della Casa Circondariale di Lanciano.

Questo protocollo, continua il Sindaco, è il frutto di un lavoro portato avanti con l’amministrazione carceraria, che ringrazio per aver condiviso la proposta. Rappresenta un progetto di inclusione ad altissimo valore sociale, anche perché accogliere detenuti è sempre un’operazione impegnativa nonchè sintomo di una grande apertura mentale e di civiltà.

Siamo fermamente convinti, ha detto ancora il Sindaco, del fatto che il principio della rieducazione e i percorsi di riabilitazione destinati ai detenuti prossimi alla fine della pena, possano approdare a buon fine, se siano ben supportati anche dalle istituzioni. Nel caso specifico, il Comune ha senza indugio aderito al programma mostrando attenzione e sensibilità per la condizione di chi è privato della libertà personale per rendere meno afflittivo il peso della pena e per offrire una prima, importante, occasione di reinserimento sociale e lavorativa.”

Uno dei primi interventi riguarderà la pulizia e il decespugliamento delle aree incolte di proprietà comunale. Il protocollo d’intesa ridurrà il peso economico degli interventi che gravano sul bilancio comunale, oltre a migliorare il decoro urbano e la tutela dell’incolumità pubblica dichiara il Vice-Sindaco e Assessore alle manutenzioni, Mario Verratti.

“L’accordo firmato tra Comune e Casa circondariale, concludono D’Angelo e Verratti, rappresenta un’assolutà novità nel panorama istituzionale frentano, in linea con la recente Riforma dell’Ordinamento penitenziario in materia di lavori di pubblica utilità, e frutto di un’accurata e proficua sinergia tra enti territoriali, amministrazione penitenziaria e magistratura di sorveglianza.

Menu