Castel Frentano – Fa la spesa da Altino a Rocca: denunciato

Posto di blocco per Coronavirus

CASTEL FRENTANO. Da Altino a Castel Frentano per fare la spesa. È l’ennesimo automobilista denunciato da quando è iniziata l’emergenza coronavirus. Malgrado la stretta sugli spostamenti da casa, c’è ancora molta gente in giro al di fuori delle tre motivazioni – lavoro, salute e stretta necessità – consentite dalle disposizioni governative. In questi giorni la presenza dei poliziotti locali, così come quella delle altre forze dell’ordine, ha un grande effetto dissuasivo. Per questo fin dai primi giorni anche il corpo intercomunale di polizia locale di Castel Frentano è stato impiegato esclusivamente in servizi dedicati al controllo del rispetto delle norme di contenimento del contagio.

Il personale, diretto dal comandante Michelino Verratti e che ha competenza anche su Mozzagrogna e Frisa, ha effettuato un monitoraggio di tutti gli esercizi commerciali nei tre comuni e delle vie di comunicazione, nonché oltre un centinaio di verifiche dirette alle persone presenti fuori dalle proprie abitazioni, sia in auto che a piedi, provvedendo al ritiro delle autocertificazioni, successivamente oggetto di verifica in merito alla veridicità del loro contenuto. Gli esiti negativi sono stati tempestivamente trasmessi alla Procura di Lanciano.

Sono tre, finora, le persone denunciate in base all’articolo 650 del codice penale. L’ultima è un automobilista 62enne di Altino, sorpreso sabato sera a circolare su via Nazionale, nel centro abitato di Castel Frentano. Fermato da una pattuglia della polizia locale, ha dichiarato di essere andato nel territorio di Rocca San Giovanni per fare la spesa e di aver deciso di passare per l’abitato di Castel Frentano in quanto le strade, da poco asfaltate, sarebbero più comode. Ha quindi percorso più chilometri e attraversato più comuni di quelli necessari al suo spostamento.

«Il nostro personale ha dato il proprio apporto da quando è iniziata l’emergenza», dice il sindaco Gabriele D’Angelo, «nonostante la preziosa opera messa in campo da polizia locale, carabinieri e polizia di Stato, sono ancora troppe le persone che si allontanano dalle proprie abitazioni in disprezzo delle disposizioni emanate dal governo». «L’obiettivo non è soltanto reprimere con forza le condotte illecite», aggiunge il vicesindaco Mario Verratti, «bensì far comprendere ai cittadini quando sia importante e di vitale importanza restare in casa».

Rassegna stampa Il Centro

Menu